lussazioni e fratture vertebrali

Frattura o lussazione vertebrale

Fratture e lussazioni vertebrali possono essere situazioni non rare nei nostri animali domestici. Quando intervenire? Come fare diagnosi? Vediamolo in questo articolo

Indice dell'articolo

Cause di fratture vertebrali

Traumi severi come:

  • incidenti automobilistici
  • cadute dall’alto 
  • lotte tra animali

possono esitare malauguratamente in fratture o lussazioni vertebrali anche nei nostri animali.

Sintomi di frattura vertebrale nel cane o gatto

Queste lesioni causano il più delle volte un danno a livello di midollo spinale, il quale, a seconda della gravità, determinerà una sintomatologia neurologica più o meno evidente, che potrà variare dal dolore alla palpazione fino anche alla tetraplegia.

Danni al midollo spinale: cosa provocano?

Il midollo spinale vittima di una frattura o lesione vertebrale riceve un primo danno causato dall’insulto traumatico, quindi, dal momento che il segmento vertebrale fratturato o lussato si presenta disallineato e instabile, continuerà a subire danni meccanici da compressione.

I primi danni midollari innescano un meccanismo a cascata che porta a danni secondari come:

  • emorragia
  • ischemia
  • edema

che a loro volta, concorrono nel peggioramento del danno neuronale.

Ecco perché è necessario agire rapidamente nei confronti di un soggetto che subisce un trauma in cui si sospetta una frattura o una lussazione vertebrale.

Diagnosi

Per poter decidere il miglior trattamento per il singolo paziente si rende necessario un approfondito esame clinico con esami del sangue e delle indagini di diagnostica per immagini avanzata, in particolare uno studio radiografico e tomografico (TAC) per localizzare la lesione e caratterizzarla al meglio.
In taluni casi l’esame di risonanza magnetica (RM) per definire la gravità del danno midollare.

Trattamento

L’obiettivo del trattamento di fratture e lussazioni vertebrali è quello di prevenire il prima possibile i danni causati dall’instabilità e dalla compressione midollare che essa genera.

Si rende quindi necessario il riallineamento del canale vertebrale, la stabilizzazione della colonna vertebrale e la decompressione del midollo spinale.

Fig 2

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email

ARTICOLI CORRELATI