Protesi unicompartimentale di gomito   CUE

Protesi unicompartimentale di gomito – CUE –

Uno dei trattamenti per la displasia di gomito nel cane, in caso di FCP è la CUE - Protesi Unicompartimentale di Gomito. Scopriamo di cosa si tratta

Indice dell'articolo

Cos’è la CUE?

La CUE è un dispositivo che va a ricostituire, con delle superfici protesiche, il rivestimento cartilagineo la dove è andato perduto.

Quando questa tecnica è di aiuto nei nostri pazienti?

La forma più comune di Displasia del gomito si chiama FCP – frammentazione del processo coronoideo.
Con questo termine si indica una condizione per cui, in questa particolare area dell’articolazione, a motivo dell’incongruenza articolare dovuta alla displasia, si viene a creare un conflitto tra la superficie articolare del processo coronoideo mediale dell’ulna con la superficie del condilo omerale mediale.

Questa condizione porta ad un precocissima erosione della cartilagine (fina dai primi mesi di vita), e conseguentemente una serie di modificazioni dell’ articolazione che vanno sotto il nome di osteoartrite.

Questa è una infiammazione cronica associata alla degenerazione di tutte le strutture articolari, che provoca dolore cronico e grave invalidità per il nostro paziente.
In questi casi, dopo aver verificato che le altre parti della articolazione sono ancora “sane”, si può intervenire con la protesi unicompartimentale. 

Cosa significa unicompartimentale?

Si tratta di una protesi articolare parziale, vale dire che viene sostituita solo una parte di tutta la superficie articolare.

In particolare viene rimpiazzata la superficie cartilaginea perduta a seguito della malattia, con delle superfici di attrito protesiche.

Risolve tutti problemi dovuti alla displasia del gomito?

Con questa protesi si ricostituisce la superficie articolare dove è andata perduta, e cioè nel cosiddetto “comparto mediale” offrendo al nostro paziente un notevole miglioramento delle sue condizioni.

Come si svolge l’intervento. 

L’intervento avviene ambulatorialmente senza ricovero postoperatorio.

Dopo avere effettuato un accurato studio radiografico e TAC, si effettua prima una esplorazione artroscopica del gomito al fine di confermare la integrità di tutte le altre strutture dell’articolazione.

Dopodiché, si procede all’impianto della protesi, seguendo delle procedure standardizzate.

In particolare, a questo proposito negli ultimi anni sono state introdotte delle tecniche di accesso alla articolazione, che hanno reso questo intervento molto ben tollerato, con una incidenza di complicazioni molto ridotta rispetto al passato.

Come è il decorso postoperatorio?

Nei giorni successivi, per tre settimane, il paziente dovrà svolgere attività controllata e cioè passeggiare e svolgere tutte le normali attività, con la sola limitazione di dover essere sempre controllato a guinzaglio.

Inoltre, dovrà tenere un bendaggio, che verrà rimosso dal veterinario una volta a settimana.

In quella occasione verranno effettuati dei semplici esercizi di mobilizzazione della articolazione.

Trascorse le tre settimane il cane viene gradualmente reintrodotto alla sua vita normale.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email

ARTICOLI CORRELATI